COME FUNZIONA CBD?

Home / CBD / COME FUNZIONA CBD?
COME FUNZIONA CBD?

COME FUNZIONA CBD?

CBD e THC interagiscono con i nostri corpi in una varietà di modi. Uno dei modi principali con cui ci impattiamo è mimando e aumentando gli effetti dei composti nei nostri corpi chiamati “cannabinoidi endogeni”, così chiamati per la loro somiglianza con i composti trovati nella pianta di cannabis. Questi “endocannabinoidi” fanno parte di un sistema normativo chiamato “sistema endocannabinoide”.

La scoperta del sistema endocannabinoide ha notevolmente migliorato la nostra comprensione della salute e delle malattie. Ha importanti implicazioni per quasi ogni settore della scienza medica e aiuta a spiegare come e perché il CBD e il THC sono composti così versatili – e perché la cannabis è una pianta così alterata che altera l’umore, nonostante il suo status illegale.

Il sistema endocannabinoide svolge un ruolo cruciale nella regolazione di un’ampia gamma di processi fisiologici che influenzano la nostra esperienza quotidiana: il nostro umore, il nostro livello energetico, la nostra forza intestinale, l’attività immunitaria, la pressione sanguigna, la densità ossea, il metabolismo del glucosio, il modo in cui viviamo il dolore, lo stress , fame e altro ancora.

Cosa succede se il sistema endocannabinoide non funziona correttamente? Quali sono le conseguenze di un sistema endocannabinoide cronicamente carente o iperattivo?

In una parola, malattia.

Scienza all’avanguardia ha dimostrato che il sistema endocannabinoide è disregolato in quasi tutte le condizioni patologiche. Quindi, è ovvio che “la modulazione dell’attività del sistema endocannabinoide potrebbe avere un potenziale terapeutico in quasi tutte le malattie che colpiscono gli esseri umani”, come suggerito da Pal Pacher e George Kunos, scienziati degli Stati Uniti National Institutes of Health (NIH) in una pubblicazione del 2014.

Modificando il sistema endocannabinoide e migliorando il tono dell’endocannabinoide, il CBD e il THC possono rallentare, o in alcuni casi arrestare, la progressione della malattia.

CBD FARMACEUTICO
C’è molta eccitazione riguardo al potenziale di guarigione del CBD – con buone ragioni.

Ma non è stato fino al 25 giugno 2018 che l’US Food and Drug Administration (FDA) ha riconosciuto il cannabidiolo come un vero farmaco approvando l’epidiolex, una formulazione quasi pura del CBD farmaceutico, come trattamento per due gravi disturbi convulsivi pediatrici, Lennox- Sindrome di Gastaut e sindrome di Dravet.

Immagine
Era la prima volta dal picco dell’era della pazzia reefer 80 anni fa – quando “marihuana” divenne un crimine invece di una cura – che il governo federale aveva dato un pollice in su ufficiale per un prodotto derivato dalla cannabis.

In risposta alla storica decisione della FDA, la Drug Enforcement Administration (DEA) ha annunciato a settembre 2018 di aver rimosso Epidiolex dalla classificazione Schedule I, una categoria riservata ai farmaci pericolosi senza alcun valore medico. D’ora in poi, Epidiolex sarebbe considerato un farmaco Schedule V, la meno pericolosa designazione ai sensi della legge sulle sostanze controllate.

Ma la DEA ha tenuto la cannabis e il CBD stesso nell’Allegato I come narcotico illegale. Nel mondo secondo lo zio Sam, il CBD farmaceutico è ufficialmente l’unico cannabinoide buono mentre il resto della pianta rimane un’erbaccia “cattiva”.

Considerata la reputazione di CBD come un rimedio popolare e artigianale, si potrebbe pensare che Epidiolex avrebbe avuto molta attenzione “off label”. Dopo tutto, i medici spesso prescrivono farmaci off-label per trattare le condizioni che non erano il vero focus delle sperimentazioni cliniche. Ma il costoso prezzo per Epidiolex (più di $ 30.000 all’anno) preclude la prescrizione di etichette e l’accesso a prezzi accessibili a decine di milioni di americani senza assicurazione sanitaria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.